ENTI LOCALIPRIMO PIANO

Carini, difficoltà a far quadrare i conti del Comune Il sindaco “Si rischia un nuovo default”



Il sindaco di Carini Giovì Monteleone condivide il grido d’allarme dell’Anci Sicilia, l’associazione nazionale dei Comuni, che ha ancora una volta evidenziato le difficoltà delle varie amministrazioni comunali nel chiudere i propri bilanci. Carini oltretutto esce da poco da un dissesto finanziario ma Monteleone non nasconde che ancora una volta la sua giunta ha trovato grandi difficoltà a far quadrare i conti e non esclude che nei prossimi esercizi finanziari, se le regole non cambieranno, Carini potrebbe ricascare nel dissesto.



ECCO LE PAROLE TESTUALI DEL SINDACO

BILANCI IMPOSSIBILI DA FARE. Questo l’allarme lanciato dai sindaci siciliani nella riunione dell’Anci ieri pomeriggio. Ciò nonostante la nostra giunta con enormi sforzi é riuscita ad approvare il rendiconto del 2020 che andrà in consiglio comunale prossimamente e stiamo con fatica approntando il bilancio preventivo 2021 quasi alla fine dell’anno. Non saremo fra i Comuni che rischiano il fallimento ma rischiamo di ricaderci, appena usciti, se non si cambia sistema. Dovremo accantonare circa 49 milioni di euro sul rendiconto 2020 e circa 6 milioni e 200 mila euro di liquidità che abbiamo in cassa sul preventivo 2021 per coprire le somme di dubbia esigibilità. Paradossalmente moriremo non di debiti ma di crediti che, forse, mai riscuoteremo a causa un sistema di riscossione che in Sicilia non funziona affatto. Liquidità che potremmo spendere per manutenzioni, per incarichi di progettazione, per assunzioni, per sistemare le strade , per offrire servizi per assumere personale. Se non si cambia sistema si muore e noi sindaci saremo non solo impediti ad amministrare ma costretti a subire accuse di inefficienza da parte dei cittadini che non comprendono, giustamente, perché tanti servizi non funzionano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.