ATTUALITA'PRIMO PIANO

Partinico, uno su quattro vittima di bullismo, scuole a confronto con le istituzioni



Convegno sul bullismo, oggi alla Real Cantina Borbonica di Partinico, che ha visto la partecipazione  di alunni e studenti degli istituti comprensivi e superiori della città. I ragazzi e gli insegnanti hanno avuto modo di interloquire con i relatori, tra cui Claudia Caramanna, procuratore della Repubblica presso il tribunale per i minorenni di Palermo. Personalmente lei ha lanciato un appello sia ai ragazzi che agli insegnanti.



“Agli insegnanti chiedo di segnalare qualsiasi tipo di anomalia comportamentale del ragazzo, sono loro le nostre prime sentinelle. Ai ragazzi invece chiedo di intervenire e denunciare in caso siano testimoni diretti o indiretti di tali episodi di violenza”. Presenti il vicequestore aggiunto della Polizia postale, Vincenzo Di Piazza, il direttore dell’Ufficio di Servizio sociale per i Minorenni, Salvatore Inguì, i rappresentanti locali delle forze di polizia. Visionati anche video e cortometraggi preparati dagli studenti di tutti gli istituti scolastici.

“Il messaggio forte che è uscito prepotentemente dal convegno, unanimemente colto ed apprezzato da tutti, – hanno sottolineato le commissarie prefettizie del Comune, Concetta Caruso, Maria Baratta e Isabella Giusto – è stato quello dell’impegno da parte della scuola a cogliere tutti i segnali di disagio, sia quelli provenienti dalle vittime, sia quelli espressi dai bulli e soprattutto di educare i ragazzi a non essere spettatori inerti e indifferenti ma a contrastare in ogni modo tale forma di violenza e fare squadra con i più deboli”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.