CRONACAPRIMO PIANO

Alcamo dice addio al suo campione Emilio, i motori rombano davanti la chiesa



Oggi pomeriggio l’ultimo saluto ad Emilio De Luca, il 34enne di Alcamo morto lo scorso 27 marzo poco prima di scendere in pista per una gara in corso a Castellammare del Golfo. Davanti ad una chiesa Madre gremita i suoi amici in tuta da corsa e con il go kart hanno fatto rombare i motori ed è stato il loro modo per dirgli addio. Il giovane è stato stroncato da un infarto, la Procura ha aperto un’inchiesta per chiarire meglio la dinamica.



Il 34enne infatti il giorno prima di morire era stato dimesso dall’ospedale in seguito ad una serie di accertamenti per un malore accusato al petto. Toccanti le lettere del suocero e della sorella del pilota: “Sei stato per tutta la famiglia e per gli amici un punto di riferimento”. Sopra la bara tanti fiori bianchi e alcune immagini dello sfortunato pilota.

“Siamo vicini alla famiglia di  Emilio De Luca – ha detto il sindaco di Castellammare del Golfo, Nicola Rizzo – ed abbiamo voluto essere presenti ai funerali per esprimere il nostro profondo dispiacere per l’improvvisa morte di un giovane pilota, appassionato di sport, che si era speso per organizzare al meglio l’iniziativa di karting che era in corso nella nostra città. Una circostanza davvero improvvisa, imprevedibile e dolorosa. Ai familiari tutti esprimiamo il nostro cordoglio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.