CULTURAPRIMO PIANO

Montelepre, l’altra faccia del bandito Giuliano nel libro “Antudo”



Organizzato da BCsicilia, nell’ambito dell’iniziativa “30 libri in 30 giorni”, si presenta domani, giovedì 21 aprile alle ore 17,30, presso la biblioteca comunale, in via Castrense Di Bella a Montelepre, il volume di Nino Chiofalo “Antudo. Giuliano e l’Indipendenza siciliana”. Ne parlerà con l’autore l’avvocato Giacomo Palazzolo. Coordinamento a cura Rosario Di Noto, Presidente BcSicilia Sede di Montelepre.



“La fascinosa incidenza che ha sul racconto – scrive nella sua recensione la nota autrice Floriana Giannetti – la narrazione in prima persona di Salvatore Giuliano, ci restituisce la vicenda storico-biografica, drammatica e romantica al tempo stesso, in una versione che, per essere la più semplice e personale, può verosimilmente accreditarsi agli occhi del lettore come la più autentica. Orgogliosamente fiero della sua sicilianità, che in un momento storico difficilissimo per la Sicilia e per l’Italia, decide di investire tutte le sue risorse fisiche ed emotive nella lotta per l’indipendenza dell’isola, nel vano illusorio tentativo di ripagarla di tutti i torti subiti dallo Stato italiano in ottanta anni di sfruttamento coloniale e di combattere una realtà che impoverisce i più umili e li riduce alla fame, privandoli di ogni dignità”.

Nino Chiofalo, nato a Barcellona Pozzo di Gotto, ha 38 anni ed è oggi residente a Terme Vigliatore. Fonda con alcuni suoi amici il movimento politico-culturale “Cinquesei” di cui è presidente, portando avanti numerose battaglie ambientali su tutto il territorio siciliano. “Antudo” è il suo primo romanzo biografico su Salvatore Giuliano, di cui è cultore e studioso da anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.