CRONACAPRIMO PIANO

Alcamo, donna scomparsa da 48 ore, anni fa la sorella uccisa barbaramente



Dramma per i familiari di Giuseppina Conigliaro, 33 anni, che da due giorni sembra essere scomparsa nel nulla. Abita ad Alcamo, nel trapanese, e svolge l’attività di badante. Ieri alla nota trasmissione della Rai “Chi l’ha visto?” è stato lanciato un appello dai familiari. Per loro si tratta di un nuovo incubo. Infatti Giuseppina è sorella di Concetta, la ragazza di 27 anni di San Giuseppe Jato il cui corpo fu fatto a pezzi e bruciato dal marito.



Giuseppina è alta un metro e 55 centimetri, ha occhi azzurri e capelli biondi. Risulta essere residente ad Alcamo con il compagno. Non ha più dato notizie di sé alla famiglia dal 3 maggio scorso e il suo cellulare risulta spento. “Mia figlia non si trova, sono preoccupata, aiutatemi! – è stato l’appello in diretta della mamma di Giuseppina – Fatti sentire, aggiustiamo ogni cosa”.

Quanto accaduto getta nello sconforto una famiglia che ha già di recente vissuto un dramma. Infatti Concetta Conigliaro, 27 anni, nel 2014 fu uccisa, fatta a pezzi e il corpo dato alle fiamme dal marito. Anche all’epoca la famiglia lanciò l’appello per la sua scomparsa. Il marito e omicida, Salvatore Maniscalco, sostenne per difendersi di essere stato una vittima di stalking da parte della consorte. Nel 2018 la prima sezione della Suprema Corte ha confermato la condanna a 20 anni di reclusione. Mentre il cugino Antonino Caltagirone, accusato di distruzione del cadavere. è stato condannato a 4 anni e 8 mesi.

Della donna furono trovati solo pochi resti, su indicazione dello stesso marito, nelle campagne di San Cipirello. L’allevatore uccise Concetta, dunque, anche se non si sa come: forse per strangolamento, forse la lasciò morire, agevolandone il decesso grazie al soffocamento, approfittando del fatto che la vittima soffrisse di asma.

Sono ore d’ansia per la famiglia di Giuseppina Conigliaro. La donna, 33enne, è scomparsa lo scorso 3 maggio da Alcamo e fino ad oggi non avrebbe dato alcuna notizia. A presentare la denuncia alle forze dell’ordine, il giorno dopo della scomparsa, sarebbe stato il compagno della donna. La madre, invece, ha deciso di contattare la trasmissione “Chi l’ha Visto?” e di lanciare un appello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.