ENTI LOCALIPRIMO PIANO

Alcamo marina, al via le procedure per la sicurezza delle spiagge, 6 postazioni di bagnini



Comincia a mettersi in moto la macchina organizzativa del Comune in vista dell’approssimarmi dell’estate e dell’affollamento delle spiagge sviluppate sui 7 chilometri di litorale. La giunta guidata dal sindaco Domenico Surdi ha disposto il piano operativo per l’attivazione delle postazioni di bagnini in alcuni dei tratti di spiaggia libera. Come negli anni passati saranno 6 le postazioni e verranno dislocate in zona Magazzinazzi, Petrolgas, Battigia, Tonnara, Catena, Casello, Canalotto, Aleccia e Calatubo.



Per l’esattezza una postazione ciascuno sarà attiva nei tratti Magazzinazzi/Petrolgas, Tonnara/Battigia, Catena e Casello, mentre 2 ci saranno nella zona Canalotto. Si tratterà di postazioni fisse sette giorni su sette, per 60 giorni. Inoltre è stato stabilito di installare 3 passerelle nelle zone Canalotto, Tonnara ed ex Petrolgas per agevolare e facilitare l’accesso al mare dei bagnanti disabili ed eventuali operazioni di soccorso nei momenti di emergenza velocizzando l’intervento del personale sanitario addetto.


Nei restanti tratti di spiaggia non sorvegliati si rimedia con lo stazionamento dell’unità mobile e con i cartelli previsti dall’ultima ordinanza di sicurezza balneare emanata nel 2018 dalla capitaneria di porto di Trapani. Il servizio di ambulanza ci sarà invece solo nei giorni festivi e prefestivi, in considerazione che sarà attivo il servizio di 118 ad Alcamo Marina. Prossimamente sarà pubblicato il bando per l’assegnazione del servizio di salvataggio con postazione bagnini che è destinato alle associazioni di volontariato senza scopo di lucro iscritte nel registro generale regionale regolato dalla legge 22 del ’94 da almeno 6 mesi.

Le aree saranno presidiate da assistenti bagnanti che dovranno essere muniti di regolare brevetto di bagnino rilasciato dall’Associazione Nazionale di Salvamento, dalla Federazione Italiana Nuoto o dalla Federazione Italiana Salvamento Acquatico. I fondi che presuntivamente saranno stanziati ammontano a circa 60 mila euro. Ogni postazione sarà dotata di due bagnini per turno per un totale di due turni, quindi vi sarà un totale di 12 baywatch.

Il raddoppio delle postazioni a Canalotto è una precisa scelta: “La zona Canalotto, oltre ad essere più gremita, – è stato giustificato negli anni passati – è più vulnerabile a causa di particolari correnti che caratterizzano il tratto di mare antistante, rendendolo particolarmente pericoloso per i bagnanti, e quindi sarebbe auspicabile fornire il tratto di spiaggia di due postazioni”

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button