AMBIENTEPRIMO PIANO

Partinico, è record di raccolta differenziata, altissima percentuale ad aprile



Record per Partinico che ha raggiunto il 77,23% di raccolta differenziata registrata a fine aprile. Il dato è stato reso noto dalla Dusty, la ditta che gestisce il servizio di raccolta rifiuti in città dallo scorso 1 febbraio. Si consolida quindi il trend positivo registrato lo scorso febbraio con l’avvio del nuovo capitolato d’appalto, e si premiano il sistema di programmazione e l’organizzazione dei servizi. I numeri parlano chiaro: il dato di fine febbraio è stato del 71,72%; quello registrato a marzo è ancora migliorato registrando il 73,36%; il mese di aprile si è chiuso con un eccellente 77,23% di raccolta differenziata.



In questi primi mesi di attività è stato raggiunto il dato previsto per il secondo anno di appalto. Mese dopo mese, rispettando il cronoprogramma previsto dal capitolato, si registra il costante miglioramento e il raggiungimento del dato a fine aprile dimostra che il metodo di raccolta “monomateriale” delle frazioni che possono essere conferite dagli utenti, è la strategia vincente. “Vanno riconosciuti agli utenti virtuosi – sottolinea in una nota la Dusty – lo sforzo e l’impegno nell’aver applicato sin da subito, le modalità della corretta raccolta differenziata indicate da Dusty, attraverso il nuovo calendario di esposizione dei rifiuti. Questo risultato sarà lo stimolo per fare ancora meglio affinché Partinico possa diventare un polo d’eccellenza in ambito ambientale, nel comprensorio palermitano”.

Una bacchettata però viene riservata anche agli incivili: “ Il dato ottenuto – si legge ancora nella nota – non può essere vanificato da quella minoranza di cittadini che ancora non rispettano il calendario settimanale e le corrette modalità di esposizione perché, con il loro deprecabile comportamento, si rischia di annullare i risultati maturati in pochi mesi. Questi cittadini incuranti del senso civico, che abbandonano i rifiuti lungo le strade, sono i responsabili delle microdiscariche abusive a cielo aperto che prontamente vengono rimosse dagli operatori Dusty per il mantenimento del decoro urbano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.