COMMEMORAZIONIPRIMO PIANO

San Giuseppe Jato, ritorna “Libera la natura” con l’inaugurazione del nuovo “Giardino della memoria”



Riparte da San Giuseppe Jato “Libera la Natura”, un percorso legato allo sport e all’ambiente giunto alla sua decima edizione e nato nel 2010 dalla collaborazione tra Libera e il “Gruppo Sportivo” del corpo forestale dello Stato, oggi carabinieri forestale. Dalla sua prima edizione, “Libera la Natura” ha coinvolto migliaia di studenti, delle scuole di primo e secondo grado, in attività sportive ed educative sui valori dello sport, della legalità democratica, della sana alimentazione e della tutela ambientale. Un viaggio itinerante di sport e formazione che, ogni anno, vede studenti di tutta Italia partecipare ad una staffetta nei beni confiscati alle mafie, oggi restituiti alla collettività.



Una staffetta metafora del valore del “noi”, del mettersi in gioco insieme, del fare ciascuno un pezzetto di strada, con il proprio passo, stringendo tra le dita un testimone speciale un pezzo di legno di una barca arrivata a Lampedusa. Un pezzo di legno che continua a raccontare una dolorosa storia di vite perse, di speranza, di povertà, e che richiama alla responsabilità, al dovere universale dell’accoglienza. L’edizione 2022 di “Libera la natura”, la decima dopo lo stop forzato a causa della pandemia, avrà luogo il 27 maggio alle ore 11, al “Giardino della memoria”, uno dei luoghi simbolo del riscatto dalla mafia, quello che fu teatro di una delle peggiori atrocità commesse da Cosa nostra, vale a dire l’omicidio del piccolo Giuseppe Di Matteo, grazie all’impegno profuso dal 2013 dai volontari dal presidio Libera valle Jato e al progetto in corso curato dal gruppo archeologico è rifiorito a nuova vita.

In una splendida cornice naturale, tra le colline di San Giuseppe Jato, si svolgerà questa giornata all’insegna dello sport e della legalità, nel ricordo del piccolo Giuseppe, sportivo anche lui, e di tutte le vittime innocenti delle mafie, cui la criminalità mafiosa ha interrotto sogni, passioni e vita. Ad alternarsi in questa staffetta non competitiva saranno gli studenti e le studentesse di alcune scuole primarie e secondarie del territorio palermitano. Alla mattina di sport parteciperanno Lucilla Andreucci, responsabile del settore Sport di Libera, ex maratoneta e mezzofondista, e Vincenzo Lizzi, campione di pugilato italiano, atleta del centro sportivo dell’Arma dei carabinieri.

“Libera la natura” sarà preceduta dall’inaugurazione del nuovo “Giardino della Memoria” alla presenza del prefetto di Palermo, della commissione straordinaria del Comune di San Giuseppe Jato e del direttore del gruppo archeologico Valle dello Jato. A partire dalle 11.00, nel piazzale del Giardino, inizierà la staffetta, con il coinvolgimento dei giovanissimi partecipanti, animazione e interventi dal palco, in preparazione della staffetta che avrà luogo lungo il piazzale e gli spazi circostanti del Giardino. La conclusione della manifestazione è prevista per le ore 13.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.