AMBIENTEPRIMO PIANO

Carini, rifiuti abbandonati vicino la chiesa, arciprete minaccia di revocare la processione



Se domenica i rifiuti non saranno rimossi davanti alla chiesa di Santa Caterina al collegio di Carini sarà annullata la processione in programma che prevedeva il rientro del simulacro della madonna dei casi disperati. La dura presa di posizione parte dall’arciprete della città, don Giacomo Sgroi, indignato per i continui abbandoni dei rifiuti che si verificano nella zona circostante al luogo di culto. L’arciprete evidenzia in una lettera aperta pubblica su facebook  la situazione di degrado che non viene addebitata a qualche inefficienza della pubblica amministrazione bensì, senza mezzi termini, ai cittadini che  abbandonano continuamente rifiuti, anche mobilia.



Ecco la dura lettera dell’arciprete:

La maleducazione e l’inciviltà di alcuni concittadini sporca e ferisce ancora il volto bello della nostra città di Carini, in alcuni luoghi simbolo: chiese, vie, monumenti….. Succede in tutto il territorio della Città di Carini, ma per me che come altri viviamo nel centro storico, è inaccettabile questo continuo stile indegno, incivile, indecoroso, inqualificabile e vergognoso.

Manifesto ancora una volta, a nome di tanti altri cittadini e a nome degli operatori pastorali della Chiesa Madre, l’indignazione a quanto si assiste quotidianamente. Nonostante l’impegno e il servizio lodevole dell’Amministrazione comunale che provvede al ritiro quotidiano della spazzatura debitamente differenziata e al lavoro prezioso dei netturbini che puliscono le nostre strade, alcuni signori ancora non provano vergogna ad abbandonare rifiuti di ogni genere agli angoli delle strade e delle chiese. A loro va il mio appello ad amare la nostra città e a rispettarne i luoghi.

E poiché tutti siamo responsabili e custodi del nostro paese, non dobbiamo tacere o restare in un silenzio omertoso se vediamo chi abbandona indiscriminatamente i rifiuti ogni sera agli angoli delle strade o delle chiese. Dobbiamo tutti sentirci profondamente offesi e rattristati per simili comportamenti e atti che ledono la dignità del nostro paese, tanto più ora che arriva la bella stagione che favorisce la venuta dei turisti o dei nostri concittadini residenti all’estero.

È vergognoso ammirare il triste spettacolo davanti la chiesa del Collegio di Maria, dove domenica dovrebbe rientrare il simulacro della Madonna dei casi disperati; è indegno quanto avviene in via Donizetti sotto l’arco di San Giuseppe dove ha sede l’Oratorio dei giovani e la Caritas parrocchiale o presso il Cortile dei 33 dietro la chiesa di San Lorenzo, come in altre vie e zone della Città.

Sono convinto che si tratta ancora e principalmente di EDUCAZIONE e di CULTURA. Si potranno istallare mille telecamere o far presidiare i luoghi giorno e notte: questi signori troverebbero altri posti da trasformare in discarica. Tutti dobbiamo  invece il dovere di vigilare e di correggere, riprendendo chi compie tali atti.

Se domenica mattina ci saranno ancora rifiuti davanti la chiesa di Santa Caterina al Collegio, con dispiacere annullerò la processione col simulacro della Madonna dei Casi disperati (la Madonna non può essere accolta in mezzo ai rifiuti). E se continua l’abbandono illecito dei rifiuti in via Donizetti, per motivi igienico-sanitari saranno sospese da sabato le attività dell’Oratorio dei giovani e le attività della Caritas parrocchiale con la cessazione della distribuzione delle derrate alimentari.

Don Giacomo Sgroi Arciprete di Carini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.