PRIMO PIANOVIABILITÀ

Partinico, la stradella Esa per decongestionare il traffico “Serve la bonifica”



La riapertura della stradella Esa di Partinico per evitare un nuovo caos del traffico. E’ l’appello lanciato dal circolo Europa Verde-Verdi Partinico che in una nota ai commissari straordinari del Comune  sollecita la riapertura dell’arteria che è impraticabile per via del suo “storico” degrado. Questa bretella tornerebbe utile in prospettiva dell’imminente riapertura del deposito Conad di via Madonna del Ponte, raggiunto giornalmente da mezzi pesanti che sono costretti ad attraversare dall’interno il centro urbano per raggiungere il sito.
Ecco la nota dei Verdi.



Circolo Europa Verde – Verdi Partinico

Alla c.a. della Commissione Straordinaria del Comune di Partinico

Oggetto: Richiesta di intervento urgente di riqualificazione “Stradella ESA” –  tratto di strada da Viale dei Platani alla SP 63

Egregi Commissari Straordinari,

sul territorio del comune di Partinico al km 1,000 della SP 63, Via Madonna del Ponte, a ovest del centro abitato, sono presenti gli uffici e il centro di deposito e stoccaggio di prodotti alimentari CONAD Sicilia.

Di recente lo stesso è stato oggetto di opere di adeguamento e sarà pronto, già nelle prossime settimane, a riprendere l’attività. Questo comporterà il transito di mezzi pesanti che interesseranno le arterie viarie del centro abitato con greve nocumento alla viabilità ordinaria e alla salute e sicurezza dei cittadini che vi abitano.

In prossimità del deposito, a circa 300 metri, sempre sulla SP 63, è presente un’arteria viaria cosiddetta “stradella ESA” la quale permetterebbe una più fluida e meno invasiva viabilità dei mezzi pesanti.

È un tratto di strada della lunghezza di circa un chilometro che ha inizio dal Viale dei Platani, (il primo tratto è denominata Via Andrea Mantegna e costeggia la Distilleria Bertolino) successivamente si interseca con Via Bisaccia e raggiunge la SP 63 all’altezza del cavalcavia della SS113.

L’arteria di che trattasi nel corso degli anni è stata diverse volte oggetto di interventi, purtroppo però mai risolutivi.

Attualmente i mezzi pesanti, per raggiungere il sito e procedere con il carico e lo scarico della merce, percorrono un dedalo di strade (Via Mantegna, Via Bisaccia, via Frosinone, Via Rieti e Via Piacenza) e mettono a serio rischio, a qualsiasi ora del giorno e della notte, la normale viabilità cittadina ma soprattutto la salute dei residenti i quali inalano i fumi di scarico e subendo anche un molesto inquinamento acustico.

Un serio e definitivo intervento di riqualificazione della “stradella ESA” permetterebbe di prevenire spiacevoli inconvenienti soprattutto di salute e permetterebbe il transito dei mezzi pesanti in modo molto più agevole e meno invasivo.

Per quanto precede, il Circolo Europa Verde – Verdi Partinico, chiede un intervento urgente di questa Spettabile Commissione, per quanto di competenza.

Circolo Europa Verde – Verdi Partinico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.