PRIMO PIANOSPETTACOLO

Partinico, inizia la “festa d’agosto”, lontana parente dei fasti di un tempo



Quando a Partinico parli di festa d’agosto vengono subito in mente i fasti degli anni ’80, ’90 ed anche i primi del 2000. Migliaia di persone che si accalcavano lungo corso dei Mille e viale Regione, per poi fare capolino in piazza Duomo nel palco allestito per sentire il cantante di grido che ogni anno allietava le serate afose dei partinicesi.



Poi il lento declino: è scomparso il grande cantante, quindi l’evento che richiamava anche turisti; pian piano è venuto meno anche il palinsesto generale delle quattro/cinque giornata di festa. I noti problemi finanziari del Comune, culminati nel 2018 con la dichiarazione del dissesto finanziario, hanno purtroppo fatto il resto. In poche parole hanno definitivamente affossato questo evento, l’unico di grande richiamo che coincideva con la festa estiva in nome della patrona della città, la Madonna del ponte.

Il covid chiaramente non ha fatto altro che eliminare del tutto un evento che però, nei fatti, era già di fatto stato cancellato dalla malapolitica degli anni pregressi che ha finito per annientare quel poco richiamo che aveva il territorio. Le condizioni attuali del centro storico, con la maggior parte dei locali sfitti a causa della chiusura delle attività commerciali, non è altro che la natura conseguenza di questo sfascio. Oggi, seppur timidamente, si torna a parlare di festa d’agosto.

Chiaramente nulla a che fare con l’evento di 15-20 anni fa: lungo viale Regione ci saranno al massimo una ventina di bancarelle (prima si sfiorava addirittura quota 200), c’è qualche evento anche carino che chiaramente non può essere un “traino”. E’ però un primo passo, in considerazione del fatto che da quest’anno il Comune è tornato ad aver varato un bilancio ed è quindi uscito dal dissesto.

La festa parte oggi, 5 agosto alle 20,30, con il “Festival della musica” con la partecipazione dei Calandra&Calandra che si esibiranno con palco allestito in piazza Municipio; il 6 agosto alle 10 ci saranno giochi per bambini e ragazzi all’oratorio Giovanni Paolo II (e si ripeteranno anche il 7 e l’8 agosto), alle 17 la sfilata folk che percorrerà da piazza municipio sino a corso dei Mille, alle 20,30 “Lo spettacolo della bellezza” e alle 23 “Ballando sotto le stelle”.

Si prosegue domenica 7 agosto con la sfilata alle 17,30 in costumi d’epoca bella epoque, alle 20,30 gli spettacoli “L’arte di fare in casa” e ancora “Ballando sotto le stelle”. Si chiude lunedì, giornata che sarà dedicata interamente al culto della Madonna del ponte: alle 18,30 la celebrazione in chiesa Madre del cardinale Bagnasco, a seguire la processione con il rientro del quadro previsto intorno alle 23 con spettacoli di luci e musica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.