CRONACAPRIMO PIANO

Carini, due piantagioni di droga nascoste tra frutta e ortaggi, in manette un 51enne



Due piantagioni di droga sono state scoperte a Carini, un 51enne finisce in manette. L’uomo è accusato di coltivazione di sostanze stupefacenti. L’operazione è scattata nel corso di un servizio di controllo del territorio finalizzato al contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti. E’ stata svolta con il supporto aereo del 9° nucleo elicotteri carabinieri. Una prima piantagione di marijuana è stata individuata in un appezzamento di terreno di proprietà dell’indagato, fuori dal centro abitato.



Era composta da 451 piante alte tra i 70 centimetri e i 2 metri, pronte per la raccolta, ben nascoste tra le fila di altre tipologie di coltivazioni e irrigate con un apposito impianto collegato all’abitazione dello stesso 51enne.

In località non distante dal primo intervento, è stata rinvenuta un’ ulteriore piantagione con 85 piante tra il metro e il metro e 85 di altezza, anch’esse pronte per la raccolta. Le indagini finalizzate ad identificare il proprietario della coltivazione illecita sono in corso.

Parte della sostanza stupefacente è stata campionata e, successivamente, inviata al laboratorio di analisi sostanze stupefacenti del comando provinciale di Palermo per gli esami tecnici. Il restante quantitativo è stato distrutto sul posto, su disposizione dell’autorità giudiziaria. L’arresto è stato convalidato e all’uomo sono stati dati gli arresti domiciliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.