Home APPUNTAMENTI Terrasini, esperti e docenti a confronto su sport, benessere e sana alimentazione

Terrasini, esperti e docenti a confronto su sport, benessere e sana alimentazione

361
0

Da diversi anni la scuola primaria “Padre Cataldo” di Terrasini si occupa e promuove progetti volti a educare le nuove generazioni, sia al rispetto dell’ambiente che a corretti stili di vita per star meglio e vivere bene. E così, proseguendo questo filone, e forte di questa esperienza, lunedì prossimo 21 ottobre alle ore 9.30, a Palazzo D’Aumale, l’istituto comprensivo ‘Giovanni XXII’ organizza un convegno dal titolo “Il benessere del bambino: sport, movimento e sana alimentazione”.

“Il convegno – afferma Attilio Grisafi, dirigente scolastico dell’istituto – su iniziativa dei docenti della scuola primaria, si presenta come momento importante di riflessione e approfondimento a conclusione della settimana europea dello sport e vedrà la partecipazione di esperti in vari settori che riguardano i temi dell’educazione al benessere, alla promozione di una corretta alimentazione, al rispetto dell’ambiente. Il nostro Istituto è partner italiano del progetto europeo ‘Erasmus+ Ready steady go to…2020’, che si propone di perseguire l’obiettivo dell’inclusione sociale e dell’uguaglianza attraverso lo sport e l’attività ludica, nell’ottica del superamento delle situazioni di svantaggio di ogni tipo e per garantire il pieno godimento del diritto al benessere fisico, della partecipazione e dell’aggregazione sociale. In ambito educativo lo sport assume un ruolo di primaria importanza, in quanto veicolo di valori etici e umani, promotore della cultura della salute e dell’integrità fisica, mezzo d’inclusione e di valorizzazione delle diversità”.

Capofila del progetto è l’istituto francese ‘Ecole Notre Dame des Arts Sacre Coeur’ di Riom (Auvergne) con il quale la scuola terrasinese intrattiene da anni rapporti di scambio e reciproca ospitalità. È prevista infine a metà del prossimo mese di novembre una mobilità internazionale degli alluni della scuola in Grecia, ad Atene, dove confluiranno i pari età delle tante nazioni che hanno partecipato al progetto e dove saranno condivisi i prodotti che sono stati realizzati anche in occasione di questo convegno.

In programma diversi interventi tra cui quello di Stella Cutrera, medico biologa nutrizionista, di Antonio Bica, docente di educazione fisica, di Anna Maria Giostra, psicologa, di Brigida Rosa, dirigente Pedagostica del distretto 34 di Carini, e di Laura Genco, responsabile della riserva Wwf Caporama di Terrasini, che metterà in evidenza lo stretto rapporto tra ambiente e benessere del bambino. Ma cos’è una Riserva Naturale e perché è così importante per il territorio ed i suoi abitanti? Qual è il rapporto tra uomo e natura?

“La Riserva Naturale – evidenzia Laura Genco – è un luogo dove la protezione della natura è diretta al benessere degli animali, delle piante, delle rocce e, indirettamente, crea benessere al genere umano che ha bisogno di luoghi verdi, puliti, belli paesaggisticamente. Il concetto del rapporto tra uomo e natura invece, non di ‘dominio’ ma di cura, è oggi di grande attualità, così come l’urgenza di educare i bambini fin da piccoli ad abitare il mondo, creando un’alleanza con l’ambiente. Negli ambienti urbani lo stile di vita è molto sedentario; qualche anno fa il giornalista americano Richard Louv ha coniato il termine ‘disturbo da deficit di natura’, è giunto infatti alla conclusione che quanto più spesso è confinato in un ambiente artificiale, tanto più l’essere umano ha bisogno di un contatto compensatorio con la natura”.

Questa iniziativa, a cui ha dato il patrocinio l’amministrazione comunale di Terrasini, è stata accolta con grande entusiasmo dal nuovo direttore del museo Regionale di Palazzo d’Aumale, dall’ architetto Domenico Targia, mente sensibile e profondo conoscitore dei territori. Al termine della giornata infine i genitori e alcuni caseifici del territorio faranno conoscere ed offriranno ai partecipanti una colazione salutare a base di pane, olio nuovo e formaggio locale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui