POLITICA

Borgetto, approvata la Tasi



Il Consiglio Comunale di Borgetto in data 10 settembre c.a. si è radunato per approvare le aliquote sul tributo per i servizi indivisibili (TASI), la nuova tassa sulla prima casa. La tassa è stata approvata da tutti i consiglieri di maggioranza del gruppo “Svolta popolare” con aliquota al 2 per mille sul valore catastale dell’immobile.
Non abbiamo potuto sottrarci a tale imposta che riteniamo ingiusta, in quanto la prima casa è un bene essenziale che dovrebbe essere esente da ogni tipo di tassazione – spiega il consigliere di maggioranza e presidente della IV commissione Statuto e Regolamenti Mariella D’Amico, a nome del gruppo “Svolta Popolare” – Ma l’Ente necessita di risorse al fine di pareggiare il bilancio e garantire servizi come la manutenzione stradale, il verde pubblico e la pubblica illuminazione. Abbiamo apprezzato l’apertura al dialogo di tutti i consiglieri del gruppo “Aquilone” che hanno avanzato un’aliquota all’1,75 per mille, dunque avvicinandosi alla nostra proposta, e discostandoci insieme dal 2,5 indicato dagli uffici competenti. Al contrario, in questa circostanza, noi consiglieri di “Svolta popolare” prendiamo atto del mancato dialogo da parte del gruppo “Prospettiva per Borgetto”, peraltro assente in aula”.



Ancora una volta  –  dice il sindaco De Luca –  esprimo il mio apprezzamento per l’ottimo lavoro dei Consiglieri Comunali che hanno approvato la Tasi, imposta stabilita dal Governo nazionale e resa necessaria dai tagli ai trasferimenti ai Comuni, nonostante i nostri sforzi di evitare, o comunque di ridurre al minimo, la tassazione che grava ulteriormente sulle famiglie”.


Il Gruppo “Svolta Popolare”

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button