POLITICA

Partinico, in consiglio comunale il piano finanziario 2014 dell’Ato Pa1



Nella seduta del Consiglio comunale di oggi si è parlato anche di piano finanziario 2014 dell’Ato Pa1, in conformità al quale dovrà essere determinata la TARI e che prevede una spesa lievitata in un solo anno da 5,5 mln di euro a 6,8 mln di euro! Già l’anno scorso l’opposizione consiliare aveva abbondantemente contestato l’elevato costo del servizio, a causa di alcuni servizi mai resi (raccolta differenziata, spazzamento strade, lavaggio cassonetti, etc.), chiedendo sgravi sulla tariffa. A fronte delle nostre richieste, ai tempi ci è stato risposto che il costo del servizio era stato contestato all’Ato e non si potevano effettuare tagli nelle more di conoscere l’esito dei contenziosi. A distanza di un anno il costo del servizio è lievitato di 1,3 mln di euro e l’Amministrazione, solo a settembre, quando già gran parte del costo è impegnato, delibera di non condividere il piano finanziario 2014, assumendo alla base del calcolo della TARI il costo del 2013. A questo punto la mia preoccupazione è che alla fine i cittadini saranno ancora una volta le vittime sacrificali del sistema, considerato tra l’altro che i contenziosi si ripartiranno su tutti i Comuni facenti parte dell’Ato Pa1, Partinico compreso. Se da un lato ci sono dei Sindaci e dei Commissari straordinari che dimostrano di non poter più governare il processo, dall’altro c’è il rischio che le conseguenze più gravi ricadano sui lavoratori, sui fornitori e sui cittadini, questi ultimi costretti ancora una volta a pagare un servizio che non ricevono.



il Consigliere Comunale del Partito Democratico Salvatore Rappa

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button